Crioterapia

Il termine crioterapia deriva dal greco antico e significa letteralmente “cura con il freddo”.

La crioterapia s'inserisce tra i nuovi metodi di cura, fioriti in questi ultimi decenni per il trattamento di alcune condizioni estetiche e mediche.

Crioterapia localizzata

La crioterapia localizzata è utilizzata applicando direttamente il ghiaccio nella parte lesa per diminuire l'infiammazione ed attenuare il dolore. Il freddo, però, se usato impropriamente, può creare gravi effetti collaterali.

Crioterapia sistemica

La crioterapia sistemica (anche conosciuta come Whole Body Cryotherapy o WBC) è una particolare tecnica crioterapica impiegata perlopiù in ambito estetico e sportivo, anche se, ultimamente, diversi medici ne propongono un utilizzo anche in ambito medico.

Questa tipologia di crioterapia viene utilizzata in campo sportivo per ridurre il dolore e l'infiammazione in caso di traumi, infortuni, rigidità e sovraccarico muscolare e tendineo.

Inoltre, come accennato, la crioterapia sistemica trova impiego anche in ambito estetico (utilizzo che, tuttavia, è diffuso soprattutto negli Stati Uniti) dove viene sfruttata per mantenere la pelle giovane.

La crioterapia sistemica può essere effettuata per esempio mediante una criosauna.

Le basse temperature sono raggiunte mediante l'uso di azoto liquido (-196°C) contenuto in appositi serbatoi.

La criosauna è costituita da una sorta di cilindro nel quale è possibile ospitare una sola persona per volta.

Curiosità
In Polonia la crioterapia sistemica è considerata un trattamento medico a tutti gli effetti, tanto che il Servizio Sanitario locale concede un rimborso per coprire parte delle spese sostenute dai pazienti per sottoporsi a questa forma di terapia medica.

Call Now ButtonChiama ora